Il primo che ebbe l‘idea di unire la basilica e la cappella della Apparizione con un piazzale fu l‘arcivescovo Teofilius Matulionis giá nel 1937. Fu perfino preparato il progetto di sistemazione dei dintorni, tuttavia l‘inizio della seconda guerra mondiale ostacoló l‘esecuzione di tale iniziativa.

Questa idea di unire lo spazio tra la basilica di Šiluva e la cappella della Apparizione fu  relizzata nel  2008, preparandosi a far  memoria del  giubileo dei 400 anni dell’apparizione della SS.ma Vergine Maria a Šiluva.

Ora il piazzale viene considerato come uno spazio sacro, come se divenisse una grande chiesa –santuario all‘aperto. Qui si tengono le principali funzioni delle feste dell‘indulgenza.